3 Ragioni Valide per Acquistare Flickr

Nel momento in cui viene scritto questo articolo, Yahoo! è ancora il proprietario del social network Flickr, e non sta passando un bel periodo. Tra le varie proprietà che detiene, una di queste è proprio il famoso social network, che potrebbe essere venduto a qualche acquirente interessato. Anche se ultimamente ha avuto un miglioramento dei profili, ed un nuovo layout responsive.

Chi potrebbe acquistarle? Perché decidere di investire su Flickr? (aggiornamento, il social è stato venduto a Verizon)

In una precedente analisi su Reuters, Yahoo! aveva espresso la possibilità di vendere tutta una serie di servizi collaterali per fare un po’ di organizzazione interna.

Sebbene inizialmente l’azienda si era espressa contro la possibilità di vendere Flickr, le aree in cui Yahoo si vuole concentrare ora sono sul motore di ricerca, Mail e Tumblr; aggiungendo poi 4 pilastri che sono News, Finanza, Sports e Lifestyle.

Flickr sembra non rientrare in nessuna di queste opzioni, ed abbiamo proprio visto recentemente alcuni cambiamenti che sono andati nella direzione di monetizzare ulteriormente la piattaforma, e che hanno distribuito un insensato panico nella comunità.

Ci sono ancora molte ragioni per continuare ad usare Flickr, e lo stesso si può dire anche per le motivazioni per acquistarlo da parte di un’altra azienda che potrebbe trarne profitto.

Quali possono essere i punti di forza per l’acquisto di questa piattaforma? Come potrebbe un nuovo investitore trasformare Flickr od attirare la clientela verso nuove opportunità di guadagni?

1. Backup sulle Cloud

Le cloud sono una delle competizioni del momento in cui diverse aziende si contendono la leadership, ed in un modo o nell’altro questo vuol dire anche che rappresenta un aspetto lucrativo per il settore.

Abbiamo visto oltre 20 servizi di backup online che gli utenti possono utilizzare per immagazzinare le proprie foto e video, e Flickr è uno di questi.

Infatti puoi usare Flickr per immagazzinare e salvare oltre 1TB di foto.

Certo, questo rappresenta una spesa ma anche un punto di forza per chiunque acquisti Flickr in questo momento.

Questa offerta ha rappresentato un forte elemento di competizione tra gli altri servizi mondiali, ma come monetizzarlo?

2. Marketplace. Vendere Fotografie

Nonostante 1TB di spazio messo a disposizione gratuitamente da Flickr, al momento pare che solo 100 utenti abbiamo raggiunto questo limite.

Questo però vuol anche dire che molti utilizzatori hanno migliaia di fotografie e video salvate nei propri profili privati, senza considerare tutte quelle che sono già messe online da tempo.

Perché non trasformare Flickr in un’altra opportunità per far vendere fotografie agli utenti?

EyeEm l’ha fatto, il social network berlinese si è inventato una nuova strategia per distinguersi da Instagram che sta discretamente funzionando, e che è stata inserita in queste migliori app per vendere foto iPhone ed Android.

Ora, nel passato Flickr aveva già provato la collaborazione con Getty Images, ma forse il binomio non era andato molto bene.

Con una nuova strategia, Flickr potrebbe diventare fonte diretta di compra-vendita delle foto, senza passare da terze parti.

La sua piattaforma prevede già una serie di opzioni per scegliere il tipo di licenza che si vuole dare alle proprie immagini e video. Il passo per renderla più commerciale non dovrebbe essere troppo difficile se ci fosse un team intenzionato a creare qualcosa di simile.

Ci sono tante aziende che vendono foto nel web, ma molte sono sconosciute e non godono la stessa fiducia di piattaforme già presenti da oltre 10 anni come questa. Se Flickr entrasse nel business potrebbe mettere in seria difficoltà qualche competitore come la stessa EyeEm, e 500px.

3. Eredità e Community

Acquistare Flickr vuol dire anche assorbire la sua eredità di tutti questi anni.

Si, è vero, altre piattaforme sono nate ed hanno messo Flickr in difficoltà, come ad esempio Instagram.

Una parte di responsabilità, secondo alcuni utenti storici nel web, viene proprio data alla mal organizzazione di Yahoo! e di come essa abbia gestito la piattaforma.

Un nuovo acquirente potrebbe essere migliore, o peggiore, nessuno può saperlo.

Però gli utenti stessi, che da anni hanno usato Flickr, e magari l’hanno lasciato un po’ in sospeso, potrebbe assolutamente ritornare se ci fossero delle nuove iniziative interessanti da considerare.

D’altronde, sarebbe molto più difficile creare qualcosa di simile da zero in un mercato abbastanza saturo di social network, rispetto ad investire su qualcosa che c’è già da molto tempo e che aspetta solo di essere migliorato e diventare competitivo.

Chi potrebbe acquistare Flickr?

Difficile da dire chi potrebbe essere un potenziale acquirente, anche perché tutto è abbastanza nebuloso e non ci sono ovviamente prezzi indicativi sui quale basarsi.

Paradossalmente, un acquirente potrebbe essere proprio Facebook, che si compera un po’ di tutto, soprattutto i potenziali competitori.

Questo però non migliorerebbe forse Flickr. Ma Facebook potrebbe decidere di usare entrambe Instagram e Flickr in due strutture complementari per sviluppare due mercati completamente diversi e cannibalizzare tutto il mercato fotografico social del momento.

Altre alternative potrebbero arrivare da grossi produttori fotografici come Canon e Nikon, oppure da aziende alternative come Samsung, che potrebbero competere nel settore ed associare ai propri prodotti una massima integrazione con questa piattaforma.

Più di 40 aziende hanno mostrato interesse ad acquistare qualche parte di Yahoo, tra cui Microsoft, AT&T e molte altre, ma nessuna si è espressa specificatamente in cosa vorrebbe acquistare.

In ogni caso, anche se la sorte di Flickr è indubbia, è difficile che il social network si trovi in troppi problemi nei prossimi mesi.

L’unico fattore negativo che potrebbe arrivargli è di non trovare nessun accordo di prezzo da un lato, ed un disinteresse crescente nella sua modernizzazione da parte di Yahoo! dall’altro, che lo inserirebbe in una sorte di limbo a morte lenta.

Il tempo limite per la prima ondata di offerte dei vari pacchetti Yahoo! è stato fissato per l’11 aprile 2016. Chissà se ci saranno novità certe del suo futuro nelle prossime settimane.

Flickr Venduta a Verizon

Alla fine l’accordo è stato concluso e Flickr è stata venduta a Verizon. Soli il tempo potrà dire se questo sarà stato o meno un buon accordo per Flickr.

Per commentare su Flickr puoi andare direttamente qui cliccando alla pagina della guida completa su Flickr da smartphone.